Fondazione Renato e Gianluigi Giudici

Canvetto Luganese
November 10, 2016
Silvano Lodi IntArt Gallery
November 14, 2016
Show all

Fondazione Renato e Gianluigi Giudici

Central Park  - 1° piano
Via Riva  Caccia 1
6900 Lugano

Tel.: +41 (0)91/980 41 41    
www.fondazionegiudici.com
gipsotecaggiudici@gmail.com

 

In programma durante Open Gallery:

LETIZIA CARIELLO
TEMPORARY EXHIBITION

La prima mostra temporanea che Artrust allestisce presso gli spazi della Gipsoteca Giudici di Lugano è dedicata all’artista contemporanea Letizia Cariello, italiana di origini napoletane, e docente presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 2 fino al 28 novembre, la mostra presenterà al pubblico una sintesi dell’opera di Cariello, con alcuni dei pezzi più significativi della sua produzione che comprende sculture, fotografie, arazzi e i suoi celebri “calendari”. Media diversi con i quali Cariello indaga i temi del corpo, del tempo e la sua relazione con gli oggetti.

Per info: www.artrust.ch/letizia-cariello/

 

La Fondazione è stata costituita l’11 novembre 2015 per volontà di Renato Giudici, di Rosa Pala e di Monica, Manuela e Massimo, rispettivamente fratello, moglie e figli dello scultore Gianluigi Giudici (1927-2012), con lo scopo di assicurare in particolare la conservazione, la promozione e la diffusione delle opere dello scultore comasco. Inoltre si propone l’attuazione di iniziative di carattere culturale, divulgativo ed educativo affinché l’arte in tutte le sue forme, come strumento di formazione ed espressione del pensiero e di comunicazione dei più profondi sentimenti umani, possa conquistare un maggior numero di fruitori e diventi punto di incontro tra culture diverse mediante il suo linguaggio universale.

La sede della Fondazione, nelle immediate adiacenze del LAC, il nuovo centro culturale della città, accoglie la GIPSOTECA GIUDICI che prevede spazi adeguati per tali attività.
Missione della Fondazione è infatti quella di agire come centro culturale proponendo anche mostre, conferenze e presentazioni di libri.

Con la Fondazione, Renato Giudici realizza il profondo desiderio di mantenere integra nel tempo la collezione delle opere del fratello e di promuovere e divulgarne l’arte, diffondendo la conoscenza del suo lavoro verso un pubblico sempre più vasto e diffuso.

I figli dell’artista Monica, Massimo, Manuela e la moglie Rosa partecipano con entusiasmo all’iniziativa e collaborano attivamente alla realizzazione e alla gestione del progetto.